Bianco di Carrara: un marmo naturale italiano conosciuto in tutto il mondo | Arte2000
24044
post-template-default,single,single-post,postid-24044,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
arte2000_marmo-bianco-carrara-tavolo

Bianco di Carrara: un marmo naturale italiano conosciuto in tutto il mondo

Il Bianco di Carrara è considerato, sia in Italia che all’estero, il marmo italiano per antonomasia. Questa pietra viene cavata dalle Alpi Apuane a Carrara, dove sono presenti le cave di tradizione millenaria più conosciute al mondo.

Ancor oggi, come in epoca romana, viene impiegato per la realizzazione di:

  • raffinati elementi portanti in edilizia: architravi, capitelli, colonne, pilastri, basamenti
  • prestigiosi componenti architettonici: rivestimenti, cornici, lesene, pavimentazioni
  • esclusivi elementi ornamentali: portali, fontane, altari, stele, lapidi funerarie
  • eleganti manufatti decorativi e statue

 

Il colore bianco

Questo litotipo è un marmo cristallino a grana variabile da fine a media, omogeneo e compatto. È caratterizzato da una percentuale molto elevata di carbonato di calcio: cristalli bianchi di calcite. La calcite ha un basso indice di rifrazione: permette alla luce di penetrare nella pietra e di conferirle una speciale lucentezza, prima di essere riflessa. Questa caratteristica rende il marmo bianco prezioso e ricercato: è un materiale elegante che dona luminosità agli ambienti.

 

Nomi alternativi:

Il bianco di Carrara in base alle caratteristiche di colore, al livello di purezza del bianco e alla tipologia delle intrusioni e delle venature viene classificato in categorie commerciali differenti.

 

Area cave:

Toscana, in particolare nelle Alpi Apuane a Carrara

 

Reperibilità:

Facilmente reperibile

 

Colore:

La tonalità di fondo è il bianco perlato, leggermente nuvolato; è caratterizzato da intrusioni e punti grigiastri più o meno presenti ed evidenti, venature variegate grigiastre, millimetriche o centimetriche.

 

Utilizzo:

È indicato per pavimenti, scale, rivestimenti, caminetti, sculture, fontane, monumenti, funeraria, opere ornamentali e oggettistica. È preferibile la collocazione in ambienti interni; per gli ambienti esterni è opportuno valutare le condizioni specifiche. Rientra nella categoria delle pietre lucidabili. È adatto ad ogni tipologia di finitura; risulta molto particolare l’effetto ottenuto con l’anticatura a mano.

 

Foto materiale:

arte2000_marmo-bianco-carrara

 

Curiosità:

Le prime notizie relative a questo marmo risalgono al I secolo a.C. durante l’Impero Romano, anche se alcuni frammenti di marmo bianco sono stati ritrovati nelle necropoli e nei cimiteri risalenti addirittura al IV secolo a.C. Nell’antichità i Romani chiamavano questo litotipo, ovvero questa categoria di rocce, marmor lunensis che significa “marmo di Luni”. Luni fu un importante ed antico centro di estrazione e di imbarco sul mar Ligure, nel comune di Ortonovo al confine tra Liguria e Toscana. I Romani facevano partire da questa cittadina navi cariche di blocchi di marmo bianco, destinati a giungere a Roma, per le costruzioni pubbliche, le nobili dimore e le sculture monumentali. In seguito il centro di estrazione divenne Carrara, da cui prese appunto il nome di marmo Bianco di Carrara.

 

Appunto finale

Le informazioni contenute in questo articolo sono rese a titolo puramente indicativo ed informativo. Ricordiamo che molti marmi vengono menzionati con il nome commerciale più conosciuto, spesso differente da quello reale.

Per qualsiasi domanda o curiosità su questo argomento inserisci un commento nel form sottostante, cercheremo di rispondere e soddisfare al meglio la tua richiesta.

 

Opere da noi realizzate

 

arte2000_marmo-bianco-carrara-tavolo_01

Tavolo – scolpito da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara_01

Particolare caminetto – scolpito da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara_02

Fontana – scolpita da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara_03

Fontana – scolpita da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara_04

Fontana – scolpita da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara-anticato

Fontana con finitura anticata a mano- scolpita da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara-anticato_02

Scultura Nike anticata – scolpita da Arte 2000

 

arte2000_marmo-bianco-carrara-anticato_03

Scultura anticata – scolpita da Arte 2000

 

Sitografia:

Rocce ornamentali italiane – Catalogo del museo di arte e giacimenti minerari. La Sapienza – Università degli studi di Roma

Nessun commento

Inserisci un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *