Scala autoportante ellittica in Limestone Beige con pianerottoli
22851
post-template-default,single,single-post,postid-22851,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
scala marmo autoportante

Scala autoportante ellittica in Limestone Beige

Progettazione e realizzazione di una scala ellittica autoportante dal piano terra al secondo piano.

Il cliente desiderava un’elegante scala in un materiale color panna uniforme, senza screziature e senza venature, a pianta ellittica e che si sviluppasse su 2 piani con due pianerottoli e due ballatoi. Sulla scala doveva essere consentito il passaggio comodo di due persone contemporaneamente.

Materiali: gradini in New Marfil, intarsi e fregi sui pianerottoli in marmo Jerusalem Gold e Giallo Gaia
Committente: Impresa Edile
Destinazione: Residenza privata in Gran Bretagna (Hampstead – Londra)

Problematiche incontrate e soluzioni adottate

Selezione della materia prima

Problematiche: Il New Marfil è un materiale fragile, facilmente soggetto a fratture se sottoposto a flessione, poco compatto e quindi non indicato per questa tipologia di opere; spesso presenta macchie e venature.

Soluzioni: Abbiamo reperito blocchi di prima scelta, senza macchie, senza rotture o fallanze di alcun tipo.

Progettazione tecnica e artistica

tecnico scalino autoportante

Progetto scalino per scala autoportante

 

Problematiche: Garantire un risultato elegante ed armonioso di continuità, senza spigoli e senza giunzioni a vista né sulla parte sovrastante né su quella sottostante, per una scala autoportante completa di balaustrata in ferro battuto coordinata. Quando ci è stata commissionata l’opera, le pareti portanti in cemento armato erano già state fatte. Ogni scalino doveva essere realizzato a massello, avere un taglio laterale con inclinazione differente per seguire la curvatura ellittica e le irregolarità del muro e doveva essere lungo almeno 150 cm per permettere il passaggio di due persone contemporaneamente. La struttura portante, che non doveva essere vista esternamente, doveva essere progettata per sostenere un peso totale molto elevato dovuto alla pesantezza e alla portata del gradino. Gli scalini dovevano quindi essere realizzati su misura al millimetro, un eventuale scostamento avrebbe compromesso la riuscita della posa in opera ed il risultato estetico finale.

Prima di realizzare una struttura portante per il marmo, è fondamentale la collaborazione tra impresa di costruzioni e azienda che realizza i lavorati in marmo per definire al meglio gli aspetti tecnici essenziali per il corretto ancoraggio.

 

Soluzioni: Abbiamo ideato una scala armoniosa ed elegante progettando gli scalini a massello e la balaustrata in ferro in modo che nell’insieme garantissero un risultato di leggerezza. Per l’ancoraggio e per evitare che lo scalino fosse soggetto a flessione, abbiamo studiato la migliore soluzione per inserire una putrella sagomata in acciaio, quale struttura portante, da murare poi nella parete di cemento armato senza tagli e senza giunture a vista. Fondamentali sono state la meticolosità e la cura nella realizzazione di ogni singolo scalino per avere la giusta inclinazione, con i gradi di angolazione precisi, al fine di garantire il combaciare di tutti i gradini fra loro. Totale accuratezza è stata adottata anche nel fornire le misure esatte al fabbro artigiano che doveva realizzare la balaustra ellittica in ferro, quindi non flessibile, per i punti di ancoraggio sul gradino, con corrispondenza esatta su entrambi i piani.

Posa in opera

Problematiche: Considerata l’enorme delicatezza del materiale dovuta alla colorazione chiara e all’elevata porosità, era fondamentale proteggerlo in cantiere sia durante la posa sia fino alla fine di tutti i lavori. La scala era l’unica via di accesso interna ai due piani superiori, quindi elettricisti, idraulici, falegnami e altro personale di servizio la utilizzavano regolarmente.

Soluzioni: Abbiamo cercato e trovato il materiale più idoneo per proteggere la scala da eventuali danni dovuti ad umidità, acqua, cadute accidentali di materiale e calpestio.